venerdì 30 settembre 2011

Il cane fifone

temporale foto di bittidjz
Se potessimo metterci nei panni del nostro cane, ci accorgeremmo quanti suoni riesce ad avvertire in più rispetto a noi. Il loro udito arriva a coprire un intervallo di frequenza che va dai 10 ai 10000 Hz.
E troppo spesso non riescono ad abbinare il suono all'evento. Questo causa una risposta di paura e quindi di stress.
Moltissimi cani hanno paura dei tuoni, o degli spari di Capodanno, o anche semplicemente di rumori improvvisi.

In tutti i casi si tratta di naturali reazioni di fronte ad un pericolo per loro sconosciuto.

Come possiamo aiutarli allora in questi casi?
Prima di tutto se il nostro cane vive in un ambiente ovattato - per es. una famiglia di adulti o in casa di single - sarà meno abituato ad ascoltare certi suoni. Così come il cane che vivendo in città, non ha paura del rumore delle auto o del rombo degli scooter. Il cane da caccia non avrà per es. paura del suono del fucile.
Insomma è tutta questione di abitudine. Associare ad un suono un evento non pericoloso.
Quindi:
1. capire prima di tutto qual'è l'evento che causa la paura ed il contesto tipico;
2. associare all'evento pauroso, un evento positivo per il cane: es. se gli piace tanto un gioco, fatelo magari quando fuori si sta scatenando un temporale o dategli il suo snack preferito;
3. se avete la possibilità di riprodurre un suono che lo intimorisce - es. lo sbattere improvviso di una porta, il cadere di una forchetta o di un altro oggetto rumoroso - riproducetelo con una bassa intensità, associando sempre una situazione per il cane positiva.

Tenete conto sempre che il cane deve "abituarsi" a certi suoni, mano a mano, all'aumentare della loro intensità.



0 commenti:

Posta un commento